Papamarenghi: “Importante occasione di ritorno alla socialità”

26 Maggio 2020

Dal prossimo 8 giugno i centri estivi di Piacenza e dell’Emilia Romagna potranno riaprire. La conferma è arrivata dal’assessore Jonathan Papamarenghi, che ha spiegato le modalità con le quali l’amministrazione comunale di Piacenza sta predisponendo il ritorno di bambini e ragazzi, secondo il protocollo tecnico-sanitario predisposto dalla Regione. Sarà una partenza scaglionata: l’otto partiranno alcuni centri e poi via via gli altri

“Parallelamente sono stati avviati due bandi – spiega Papamarenghi – per allargare la fruibilità dei servizi e delle attività”. Il primo, chiamato “Estate per tutti”, è finalizzato a sostenere quelle realtà che offrono anche accoglienza ai ragazzi diversamente abili, per i quali, secondo il protocollo, è necessario un educatore ciascuno, con un considerevole aumento dei costi di gestione. Il secondo bando, “Conciliazione vita-lavoro”, attinge a fondi europei per dare un aiuto economico per il pagamento della retta alle famiglie nelle quali entrambi i genitori sono tornati al lavoro e appartenenti a determinate fasce di reddito. Oltre a questi due bandi il Comune d Piacenza sta predisponendo un sostegno per i bambini che pur non rientrando nelle casistiche precedenti, hanno comunque la necessità d tornare ad avere occasioni di incontro con amici e compagni, dopo tre mesi di lontananza da attività educative e di socializzazione.

“Quest’anno i centro estivi non avranno solo il compito di accudimento o di funzione educativa – conclude l’assessore – ma saranno anche occasione fondamentale di socialità e di ritorno alla normalità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà