Scortato da polizia e carabinieri

“Ritratto di Signora”, primo passo verso casa. Dissequestrato e spostato alla Banca di Piacenza

1 giugno 2020

Questa mattina, lunedì 1° giugno, con tre mesi di anticipo rispetto a quanto previsto, il “Ritratto di Signora” di Gustav Klimt è stato trasferito dal caveau della sede piacentina della Banca d’Italia al deposito blindato della Banca di Piacenza in via Mazzini, in attesa di “tornare a casa” alla Galleria Ricci Oddi. Il quadro è stato scortato da polizia e carabinieri con diversi mezzi.

Un ultimo passo prima che la tela, trafugata il 22 febbraio del 1997 e poi “ricomparsa” in circostanze misteriose in una botola esterna alla galleria stessa il 10 dicembre 2019, venga definitivamente restituita alla sua sede naturale.

La decisione di dissequestrare il dipinto, dal valore inestimabile, è stata presa dal sostituto procuratore Ornella Chicca, titolare dell’indagine sul furto. Al momento, sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati, due per ricettazione e uno per furto. Il quadro, prima di tornare alla Ricci Oddi, verrà sottoposto ad alcuni interventi. Intanto la Galleria è pronta ad accoglierlo e, soprattutto, a proteggerlo, con un sistema d’allarme e una particolare teca a prova di furto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE