Cavaliere della Repubblica

Giovanni Moresi: “Dedico l’onorificenza al 118. Dell’emergenza ricordo la paura”

3 giugno 2020

La gente chiusa in casa, le sirene delle ambulanze che urlano nelle strade deserte. Nelle giornate più nere dell’emergenza coronavirus Giovanni Moresi, autista soccorritore del 118 di Piacenza, ha realizzato un video che raccontava attraverso le immagini il lavoro incessante di medici, infermieri e autisti soccorritori che trasportavano i malati di Coronavirus dalle loro abitazioni al Pronto soccorso. Il video pubblicato sulla pagina Facebook dell’Ausl è arrivato ovunque e l’autore è stato nominato Cavaliere dell’Ordine del Merito della Repubblica italiana dal presidente Sergio Mattarella per essersi contraddistinto nell’emergenza che ha duramente colpito il nostro territorio.

Giovanni Moresi ha 32 anni è originario di Lugagnano, vive con la compagna e due figli di 1 e 5 anni. “Sono sorpreso, mi ha chiamato questa mattina il coordinatore infermieristico del 118 Stefano Nani e mi ha letto le motivazioni dell’onorificenza. La dedico alla squadra del 118, lavoriamo ogni giorno fianco a fianco e lo abbiamo fatto soprattutto in questo periodo. Non vivo questo riconoscimento come qualcosa di personale ma come parte di un gruppo. Inoltre la dedico ai miei colleghi autisti soccorritori, categoria che lotta per avere un riconoscimento nazionale”. Giovanni Moresi ricorda i giorni dell’emergenza: “Mi è rimasta impressa la paura negli occhi dei pazienti e dei loro familiari. Era la paura che avevamo anche noi. Io nonostante tutto ho scelto di tornare ogni sera dalla mia compagna e dai miei bambini e il loro sorriso mi ha aiutato in quei giorni così difficili”.

Moresi ha una laurea in Architettura ambientale e una grande passione per i video. “Ho deciso di realizzare quel video per far capire come lavora il 118 e cosa stava succedendo in quelle giornate che tutti ricordano per le sirene delle ambulanze”.

L’altro piacentino insignito dell’onorificenza è il farmacista Giuseppe Maestri. 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza