Indiano morto: indagati la moglie, la suocera e altri tre parenti

12 Giugno 2020

Cinque persone sono state iscritte nel registro degli indagati per la misteriosa morte di Singh Arvinder, il 37enne indiano trovato agonizzante, dalla moglie, con tre ferite da coltello alla pancia, nella serata di domenica 7 giugno, lungo la strada del Colombarone tra Fontana Pradosa e Bosco Tosca di Castel San Giovanni. Proprio la moglie e la mamma di lei sono indagate con l’accusa di favoreggiamento personale mentre uno zio e due fratelli della vedova sono accusati di omicidio volontario. Stamattina, 12 giugno, i carabinieri del Ris di Parma hanno effettuato rilievi nell’abitazione della vittima e nella stalla dove lavorava, a caccia di eventuali prove e impronte utili a ricostruire la dinamica dei fatti. I familiari, ascoltati nei giorni scorsi dai carabinieri, avrebbero infatti fornito almeno quattro versioni contrastanti dell’accaduto, dichiarando di non aver assistito al momento in cui il 37enne è rimasto infilzato. Le indagini sono coordinate dal pm Daniela Di Girolamo e affidate ai militari della sezione operativa di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà