Aggredisce la madre nonostante il divieto di avvicinamento: in carcere

06 Luglio 2020


Un trentasettenne piacentino senza lavoro è finito in carcere per aver aggredito la madre, alla quale non avrebbe potuto avvicinarsi. Nel maggio scorso, infatti, l’uomo l’aveva malmenata e derubata di una somma di denaro, quindi il giudice del tribunale di Piacenza gli aveva proibito di avvicinarla di nuovo.
Ma nei giorni scorsi ha nuovamente raggiunto la casa della donna, a Piacenza, in cerca di soldi, aggredendola. I vicini hanno sentito le urla della anziana e hanno chiamato la polizia; gli agenti hanno calmato la situazione, segnalando l’accaduto al Tribunale. Il giudice competente ha così aggravato la misura cautelare di divieto di avvicinamento, trasformandola in custodia cautelare in carcere.

L’uomo è stato portato alle Novate a disposizione dell’autorità giudiziaria.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà