Futuro dei giovani

Quali figure servono alle imprese? Accordo tra Confindustria e Cattolica

9 ottobre 2020

Oggi più che mai è necessario che domanda e offerta di lavoro si incontrino. Le scuola deve formare gli studenti in base alle esigenze del mercato e delle imprese, calibrando percorsi di studio e attività extra scolastiche sulle richieste che arrivano dalle aziende stesse. Da tempo ormai le industrie lamentano, per esempio, la mancanza di figure tecniche. Va in questa direzione l’accordo di collaborazione sottoscritto oggi, 9 ottobre, dall’università Cattolica di Piacenza e Confindustria. Le due istituzioni consolidano una pluriennale cooperazione, sviluppandola con una serie di interventi rivolti ai giovani. Saranno incrementate le sinergie tra la realtà produttiva e quella accademica, dando ancora più concretezza alla missione dell’università. All’evento sono intervenuti Franco Anelli, Rettore della Cattolica, il presidente di Confindustria Piacenza Francesco Rolleri, il direttore generale dell’ateneo piacentino Paolo Nusiner e il direttore di Confindustria Luca Groppi. La firma coincide con l’ultimo giorno della prima Digital Career Week a cui hanno preso parte oltre 60 realtà.

Il Rettore Franco Anelli spiega: “Da un lato comprenderemo meglio come possono funzionare le modalità di selezione e come le aziende possono comunicarci i loro bisogni per creare, all’interno del percorso formativo, competente integrative utili. Francesco Rolleri aggiunge: “Noi stiamo vivendo, come aziende piacentine, uno dei momenti più difficili, ma dall’altro lato può essere vissuto anche come momento stimolante per compiere una vera rivoluzione nel modo di rapportarsi al mercato.”

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE