Multa e stop di 5 giorni per Rossetti Market. Il titolare: “Norma poco chiara, fatto ricorso”

18 Novembre 2020

Il titolare Giuseppe Rossetti è furibondo, e con lui lo sono tutti gli 85 dipendenti del Rossetti Market, grande magazzino di Alseno. Sabato mattina la guardia di finanza di Fiorenzuola ha sanzionato il negozio (280 euro) obbligandolo ad abbassare immediatamente le saracinesche (era da poco passato mezzogiorno e vi erano all’interno parecchi clienti), disponendo al tempo stesso la chiusura cautelare dello store per cinque giorni.

Il motivo? Il mancato rispetto dell’ordinanza regionale entrata in vigore venerdì scorso, che vieta alle medie e grandi strutture di vendita l’apertura durante i giorni festivi e prefestivi. La decisione di tenere aperto sabato era scaturita da un dubbio interpretativo: da un lato il Dpcm del 3 novembre, che consentiva ad attività come Rossetti di restare aperte in virtù del possesso di una serie di codici Ateco; dall’altra l’ordinanza regionale, adottata solo pochi giorni del passaggio dell’Emilia Romagna in zona arancione.

“Per evitare guai – spiega Rossetti – avevamo inviato venerdì una Pec alla Regione, al Comune e alla Provincia per chiedere un’interpretazione autentica della norma. Non avendo ricevuto alcuna risposta e convinti di possedere i requisiti, sabato abbiamo deciso di tenere aperto”.
Contro il provvedimento, ieri l’ufficio legale della Rossetti ha depositato un ricorso al Tribunale di Piacenza finalizzato anzitutto a ottenere una sospensiva.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà