Anziani e Piacenza calcio contro la violenza sulle donne

20 Novembre 2020

 

“Non è vero che qui la vita finisce. Non è vero affatto. La voce dei nostri anziani fa parte a pieno diritto della società, contribuisce a renderla migliore. Abbiamo voluto dire la nostra anche contro la violenza alle donne”. Claudio Boriotti incrocia ogni giorno le dita per gli zero contagi alla casa di riposo che guida, la “San Giuseppe”, via Morigi, 148 ospiti, tutti anziani. Struttura da cui è partito il progetto di contrasto alla violenza alle donne, che ha portato all’elaborazione di messaggi e appelli di sensibilizzazione alla società. “Ci serviva un megafono, per far arrivare a tutti i nostri pensieri” -precisa Boriotti. Gli è venuta l’idea allora di chiedere aiuto agli uomini, agli sportivi, ai calciatori. È nata così una collaborazione attiva con il Piacenza Calcio, che alla prima partita – contagi e restrizioni permettendo – scenderà in campo indossando la maglia anti-violenza creata dagli anziani della “San Giuseppe”.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà