Nelle farmacie dell’Emilia-Romagna tamponi rapidi per individuare il virus

11 Dicembre 2020

La Regione Emilia-Romagna raddoppia l’impegno nella lotta al Covid-19, offrendo ai cittadini una ulteriore possibilità, sempre gratuita e su base volontaria, dopo quella dei test diagnostici rapidi in farmacia. L’avvio della nuova campagna di screening, resa possibile grazie a un accordo firmato con le associazioni di categoria delle farmacie convenzionate, è stata presentata in una videoconferenza oggi, venerdì 11 dicembre. Ad illustrare il progetto: il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessore regionale alle politiche per la salute, Raffaele Donini, e i rappresentanti delle associazioni di categoria delle farmacie convenzionate.

“Questo accordo è unico in Italia, consiste in uno straordinario potenziamento dell’attività di screening epidemiologico su vasta scala. Il primo accordo con le farmacie ha riguardato la possibilità di effettuare i test sierologici. In cinque settimane sono state 300mila le persone testate con i test, nella nostra regione. Grazie a questa procedura sono stati individuati 600 positivi al Covid. “Con questo piano facciamo un upgrade utilizzando i tamponi rapidi nasali per la rilevazione dell’antigene del Coronavirus in 15 minuti – spiega l’assessore Raffaele Donini. 

CHI SONO I DESTINATARI – Questa indagine sarà rivolta a un target della popolazione, fino a 2 milioni di persone, che potrà accedere a questo servizio gratuitamente. Questa campagna è rivolta alla stessa tipologia di popolazione che aveva prima la possibilità di effettuare il test sierologico e cioè legata al mondo della scuola. Anche in questo caso i destinatari sono, oltre ai farmacisti che partecipano al progetto: bambini e alunni 0-18 e maggiorenni iscritti alle superiori, con rispettivi genitori, fratelli e familiari, purché conviventi, e nonni; studenti universitari assistiti in Emilia-Romagna, anche se frequentanti atenei fuori regione, e alunni dei percorsi di istruzione e formazione professionale. E ancora: tutto il personale scolastico, dei servizi educativi 0-3 anni e degli enti di formazione che erogano i percorsi di IeFp.

PRENOTAZIONI – Si potrà prendere appuntamento dal 21 dicembre al 30 giugno 2021. Questo tampone si effettua tramite autosomministrazione alla presenza del farmacista che verificherà la correttezza della procedura. Si può fare una volta al mese. In caso di positività, il risultato dovrà essere validato con tampone molecolare svolto dalla sanità pubblica. E’ necessaria la prenotazione e occorre presentarsi senza sintomi. Per effettuare il test è sufficiente prendere appuntamento con il farmacista, consultando l’elenco degli aderenti su un sito che nei prossimi giorni sarà reso disponibile e costantemente aggiornato. Il farmacista avrà cura, in fase di prenotazione, di informare il cittadino che l’attività verrà eseguita in autotest. In caso di minori, un genitore o tutore deve dare il proprio consenso ed essere presente, per eseguire lui stesso il test al minore. L’attività sarà sempre svolta nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, dall’uso obbligatorio e corretto della mascherina, che sarà abbassata solo nel momento del campionamento e poi riposizionata correttamente, all’igienizzazione delle mani, dal controllo della temperatura corporea al distanziamento.

Achille Gallina Toschi di Federfarma ha aggiunto: “C’è una grande collaborazione, ringrazio tutti i farmacisti che in questo anno hanno dato veramente tutto. Con lo stesso entusiasmo e professionalità affrontiamo questa nuova sfida. Siamo pronti a partire e per il futuro siamo certi che la regione saprà cogliere l’importanza delle altre attività come il monitoraggio della terapia nei malati cronici, la distribuzione di tutti i farmaci e anche il nostro ruolo nella partita del nuovo vaccino. Speriamo che questa campagna di screening sia un mattoncino in più per risolvere questa emergenza”.

Il presidente della regione Stefano Bonaccini lancia un ulteriore appello ai cittadini: “I contagi sono in discesa, non abbiamo ancora vinto la battaglia, ma le misure restrittive di queste settimane stanno dando risultati. Ci appelliamo ancora una volta ai cittadini per non abbassare la guardia. Da parte nostra c’è il massimo impegno a contrastare la diffusione del virus attraverso capillari screnning”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà