Il Comune: “L’ex scuola di Vallera pronta per il ritorno delle classi”

17 Dicembre 2020

L’ex scuola di Vallera è “a disposizione del circolo didattico che ne farà richiesta”. Lo comunica l’assessore al patrimonio Erika Opizzi, in risposta a un’interrogazione presentata dal gruppo consigliare del Partito Democratico. Viene quindi accantonata – almeno per ora – l’ipotesi di riconversione dell’edificio comunale nella frazione piacentina: le aule (vuote dal 2017) restano pronte per l’eventualità di accogliere alcune classi nell’ottica del distanziamento anti-Covid.

“A causa dell’emergenza sanitaria – premette Opizzi nella replica formale al Pd – i dirigenti scolastici hanno avanzato richieste di nuovi spazi. Essendo quella di Vallera ancora formalmente una scuola, visto che il relativo codice meccanografico è tuttora esistente e la sezione è stata trasferita, l’amministrazione ha ritenuto di tenerla a disposizione per il circolo che ne farà richiesta. Per tale ragione il Comune provvederà a sistemare la struttura”. L’amministrazione comunale, infatti, ha stanziato 70mila euro iva inclusa per i lavori di manutenzione ordinaria di sistemazione del cortile e delle stanze, affidati alla ditta Cosma Srl.

Nel loro atto ispettivo, i consiglieri di minoranza Giulia Piroli, Giorgia Buscarini, Stefano Cugini e Christian Fiazza avevano chiesto delucidazioni in merito alle sorti dell’immobile di proprietà comunale, adibito a scuola dell’infanzia fino al 2017. Nelle scorse settimane, la neonata associazione “Piacenza in blu” aveva proposto di ospitare una sede pomeridiana per laboratori e attività ludiche proprio nell’ex scuola di Vallera, a favore dei giovani affetti da autismo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà