Vernasca piange la scomparsa di Ester, appassionata di animali e pittura. La sorella lotta per la vita

20 Dicembre 2020

C’è un’intera comunità in lutto dopo la tragedia registratasi ieri, sabato 19 dicembre, a Vernasca, in località Ferrai. La morte di Ester Crovetti, classe 65, travolta da un’auto mentre si trovava lungo il ciglio stradale insieme alla sorella Maura, di tre anni più giovane e rimasta a sua volta gravemente ferita, ha creato vasto cordoglio.

L’investitore, un 35enne del posto, era alla guida di una Bmw; dopo una sbandata e dopo aver travolto alcuni cassonetti dei rifiuti, il giovane si è dileguato ma è stato raggiunto poco dopo dai carabinieri. Il giovane, dopo lo schianto, ha raggiunto la propria abitazione, parcheggiando l’auto proprio di fronte alla sua residenza. Una volta giunti sul posto, i carabinieri hanno notato gli evidenti danni alla carrozzeria e hanno prelevato l’uomo che ora si trova nel carcere delle Novate. E’ stato trovato in “evidente stato di ubriachezza”: dovrà rispondere delle accuse di omicidio stradale, lesioni personali, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. L’automobile è stata posta sotto sequestro dall’autorità giudiziaria.

Molto conosciuta in paese, Ester Crovetti viveva con la sorella ed era una operatrice sociosanitaria che prestava servizio al centro per anziani di Vernasca. Grande appassionata di pittura, era l’amore per i cani che la univa ancor di più alla sorella che ora lotta per la vita in ospedale: molo gravi anche le ferite riportate a Maura, trasportata d’urgenza all’ospedale di Parma.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà