Crolla albero secolare ai giardini Margherita: tragedia sfiorata. Chiusi i parchi, incidenti e disagi

28 Dicembre 2020

Risveglio imbiancato per il Piacentino. La nevicata annunciata dalle previsioni meteorologiche è arrivata, abbondante, nella notte tra domenica 27 e lunedì 28 dicembre, e proseguirà per tutta la mattinata. Un afflusso di aria fredda proveniente dall’Est Europa ha portato nei giorni scorsi un brusco calo termico, con temperature minime sotto gli 0 °C. La perturbazione ha portato i fiocchi di neve dai rilievi fino alla pianura, dove il manto nevoso è di diversi centimetri.

Il maltempo sta provocando seri disagi alla circolazione e sta creando situazioni di pericolo. Vari sono stati gli interventi da parte dei vigili del fuoco nella mattinata. In piazza Plebiscito, a Piacenza, un grosso ramo si è schiantato al suolo, danneggiando alcune auto parcheggiate; sempre in città altri alberi e rami sono caduti in via Genova e in via don Minzoni; in via Taverna sono caduti alcuni cavi elettrici. In via San Siro una pianta si è abbattuta sulle auto in sosta, a pochi passi dalla galleria Ricci Oddi.

Ai giardini Margherita di Piacenza, la tragedia è stata sfiorata: nel momento in cui il parco era pieno di famiglie, infatti, un grosso albero secolare è precipitato a terra. Sul posto, i soccorritori per verificare la presenza di persone sul luogo dell’incidente: per fortuna, nessun ferito. L’assessore all’ambiente Paolo Mancioppi fa sapere che i tecnici stanno provvedendo alla chiusura dei giardini pubblici per precauzione.

Anche sulle autostrade il traffico ha subìto pesanti rallentamenti e, come riporta il sito ufficiale di Autostrade.it, “le uscite di Piacenza e di  Fiorenzuola sono state chiuse per traffico intenso sulla viabilità ordinaria”. Alla Besurica un’auto è finita in un canale.

Per la giornata di oggi la Protezione civile dell’Emilia Romagna ha diramato un’allerta meteo per nevicate intense, venti forti e rischio valanghe sui rilievi appenninici.

Parchi pubblici chiusi anche domani

© Copyright 2022 Editoriale Libertà