“Ho fatto il vaccino anti-Covid e sono ringiovanito”: il post ironico pro-vax di Augusto Pagani

04 Gennaio 2021

“Ho fatto il vaccino anti-Covid della Pfizer due ore fa e devo avvertire tutti che mi sta causando un grave effetto collaterale, che per maggiore chiarezza vi documento con questo selfie”. Ed eccolo, il dottor Augusto Pagani, ringiovanito in una fotografia di almeno quarant’anni fa, mentre si rilassa su una barca in mezzo al mare: “Spero che questo vi aiuti a decidere se farlo oppure no”. Così, con una piacevole dose di ironia, l’altro giorno il presidente dell’Ordine dei medici di Piacenza ha ribadito sui social network l’importanza di vaccinarsi contro il Coronavirus. “Su Facebook, mi è apparso un video che metteva in guardia la gente a proposito del rischio di trasformarsi in cavalli a causa dell’inoculazione delle dosi di Pfizer-Biontech. Così ho risposto con un post ironico, in cui mi mostravo ringiovanito di quarant’anni dopo l’iniezione del vaccino anti-Covid. Quale miglior effetto collaterale per convincere le persone a fidarsi?”.

Pagani, poi, smonta alcune “bufale” diffuse tra i no-vax: “Non è vero che il veloce iter di sviluppo del vaccino sia sinonimo di insicurezza. Le fasi di studio e sperimentazione sono state eseguite in un tempo inferiore rispetto al passato perché c’era una necessità assoluta, condivisa da tutte le nazioni del mondo, per trovare una cura contro la pandemia. Le norme di precauzione sono state rispettate, la rapidità è stata un miracolo. E – aggiunge – il vaccino anti-non provoca modificazioni genetiche, le evidenze scientifiche lo attestano in modo incontrovertibile”.

GUARDA L’INTERVISTA:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà