Un anno di donazioni: quasi 10mila euro destinati all’ospedale di Piacenza

06 Gennaio 2021

Nel 2020 così drammaticamente segnato dal Coronavirus sono diverse le persone che, attraverso piccoli grandi gesti, sono riuscite in qualche modo ad alleviare le sofferenze di chi ha subito sulla propria pelle le conseguenze – sociali ed economiche – della pandemia. Da sempre in prima linea quando si tratta di fare del bene, “di fare la differenza” (come recita uno dei loro slogan), i giovani di Rotaract Club di Piacenza non si sono tirati indietro nemmeno in questa occasione, anzi, raddoppiando i loro sforzi per portare a termine la “missione”: aiutare concretamente chi è in difficoltà.

Così, la scorsa primavera, è nata una raccolta fondi sulla piattaforma di crowdfunding “GoFundMe” che, nel giro di una ventina di giorni e dopo un’attenta campagna via social (senza dimenticare il preziosissimo “passaparola”) ha raccolto 7.795 euro.

“Di questi, poco più di mille euro sono stati stanziati per l’acquisto di 10 tablet, poi donati all’ospedale di Piacenza – spiega il presidente di Rotaract Piacenza, Paolo Cetti – per permettere la comunicazione tra pazienti e famigliari in un periodo, il picco massimo dei contagi tra marzo e aprile, in cui le visite erano vietate per motivi di sicurezza. Sempre all’ospedale piacentino abbiamo poi consegnato una barella Stryker di ultima generazione dal valore di oltre 4mila euro. Oltre a questo, siamo riusciti a donare alla rete di Progetto Vita un defibrillatore, successivamente installato sul muro di una farmacia di Corso Vittorio Emanuele, e a sostenere le spese di alloggio e prima colazione a un gruppo di operatori sanitari e medici, al lavoro presso il Guglielmo da Saliceto durante l’emergenza Covid, presso un hotel della città”.

Oltre a questo vanno ricordati i circa 2mila euro devoluti ad Airc, Fondazione per la ricerca sul cancro, e altre due raccolte fondi condotte in collaborazione con Rotary International Piacenza e Interact Club Placentia, che hanno permesso di acquistare tre ventilatori polmonari per l’ospedale di Piacenza e un ventilatore polmonare da installare su un’ambulanza della Croce Rossa di Piacenza.

Infine, l’impegno di Rotaract Piacenza si è fatto sentire anche in occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (novembre 2019) e della giornata dedicata alla raccolta del farmaco assieme a Round Table Piacenza (febbraio 2020). Tanti altri progetti, come il service per gli anziani bisognosi e quello in collaborazione con la Caritas, sono stati solo rimandati: la pandemia, infatti, non potrà mai impedire ai grandi cuori di continuare a battere all’unisono.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà