“Zoombombing”: video a luci rosse nell’incontro di Azione Cattolica

23 Gennaio 2021


Un’altra incursione online si è registrata nel Piacentino dopo i casi di Alseno e Lugagnano. Questa volta l’attacco, definito “zoomtroll” o “zoombombing”, ha colpito il momento comunitario organizzato dall’Azione Cattolica che si svolgeva in parte via internet e in parte in presenza al monastero delle suore di clausura di via Spinazzi. Nel collegamento online ad un certo punto sono comparse immagini a luci rosse, urla e risate sguaiate.

L’Azione cattolica diocesana al momento non ha sporto denuncia e ha deciso di affrontare la questione come un’urgenza educativa.

“Che l’intromissione nei sistemi informatici – spiega il capo di gabinetto della questura Filippo Sordi – rappresenti un reato questo è certo. La questura di Piacenza sta attendendo che a livello nazionale sia pronto una sorta di decalogo da rendere pubblico, probabilmente la prossima settimana. Nella strategia controffensiva ruolo fondamentale gioca la denuncia alle forze dell’ordine, in particolare alla Polizia postale di Piacenza, che ha tutti gli strumenti per intervenire e stanare i disturbatori”.

ALTRI DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI FEDERICO FRIGHI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà