“A Castelvetro crisi drammatica”: Provincia portavoce del grido d’aiuto

28 Gennaio 2021

“Permettere gli spostamenti tra i comuni confinanti, seppure in regioni diverse”. Oppure “garantire ristori economici straordinari e agevolazioni fiscali”. Il grido d’aiuto di Castevetro è pronto ad alzarsi a livello nazionale: queste le due proposte che oggi il consiglio provinciale – con voto favorevole all’unanimità – ha deciso di rivendicare nei confronti delle istituzioni centrali. Due soluzioni avanzate dal sindaco Luca Quintavalla, che si è fatto portavoce di tutti i comuni piacentini “frontalieri” con l’obiettivo di ottenere misure straordinarie per allentare le misure anti-Covid nei paesi confinanti con altre regioni.

Il caso di Castelvetro è infatti emblematico: “Gli ultimi decreti contro il Coronavirus – spiega Quintavalla – vietano la circolazione tra le varie regioni, anche in zona gialla. La situazione è drammatica, considerando che tra Castelvetro e Cremona c’è solo un ponte. Alcune persone non possono rivedere i loro famigliari a un chilometro di distanza, e soprattutto i commercianti hanno perso l’80 per cento della loro clientela proveniente dalla vicinissima Lombardia. CLa Provincia s’impegni a chiedere il via libera agli spostamenti tra i comuni confinanti, oppure contributi economici ad hoc per le nostre realtà tanto penalizzate”. Un impegno che ora sarà portato avanti dal presidente Patrizia Barbieri.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà