Medici e vaccino al personale scolastico, per ora nessun appuntamento

21 Febbraio 2021

Il personale scolastico piacentino che intende vaccinarsi contro il Coronavirus da domani potrà chiamare il proprio medico di base per comunicargli questa volontà. Ma per il momento, non riceverà alcun appuntamento.
L’annuncio della Regione Emilia Romagna, infatti, per il momento non è stato seguito da tutti i passaggi comunicativi e organizzativi indispensabili per far partire la campagna vaccinale tra insegnanti e personale delle scuole, a cui sarà somministrato il vaccino Astra Zeneca.

“Siamo assolutamente disposti a fare la nostra parte, come sempre del resto – dice il presidente provinciale dell’Ordine dei medici, Augusto Pagani – ma ancora non abbiamo né linee guida, né informazioni certe. Non sappiamo neppure dove ritirare i vaccini, né tantomeno quanti ne verranno assegnati. Tutto è ancora da definire e, siccome siamo abituati a fare le cose per bene, non potremo dare risposte certe a chi ci chiamerà”.
Di fatto, i medici annoteranno la volontà dei propri assistiti, in modo da formare un elenco da seguire quando le dosi saranno disponibili.
Nei prossimi giorni Ausl e sindacati di categoria concorderanno tutti gli aspetti, dalle forniture all’organizzazione.
La soluzione che in molti suggeriscono per Piacenza è semplice: chiedere ai medici di base la disponibilità a vaccinare nei locali allestiti dall’Ausl nell’ex Arsenale, affiancando i colleghi dell’azienda sanitaria e magari immunizzando anche coloro che non sono propri pazienti. Questa è la strada che starebbero percorrendo azienda sanitaria e rappresentanze sindacali, l’accordo definitivo dovrebbe arrivare nei primi giorni della prossima settimana, sulla scia anche di quello atteso a livello regionale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà