Stefano Bonaccini: “Dopo i 60enni vorremmo consegnare i vaccini alle aziende”

23 Aprile 2021

Il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha partecipato all’inaugurazione del centro San Giuseppe a San Bonico dove quattro ragazzi autistici hanno trovato lavoro grazie all’associazione “Oltre l’autismo” e le commesse che arrivano dalle aziende.

Il presidente Bonaccini, invitato dalla presidente di “Oltre l’autismo”, ha preso parte all’evento e con i cronisti si è soffermato sulla campagna vaccinale, sulle riaperture del 26 aprile e le polemiche legate al coprifuoco confermato alle 22.00.

“Intanto ripartiamo – ha dichiarato Bonaccini – e teniamo la guardia alta per evitare di fare passi indietro. La situazione è migliorata ma i contagi ci sono ancora. Se nelle prossime settimane i numeri lo consentiranno magari sarà anche possibile anticipare alcuni provvedimenti e magari spostare alle 23 il coprifuoco”.

Il presidente Bonaccini ha poi parlato del proseguimento della campagna vaccinale. “Noi seguiamo alla lettera le indicazioni del governo – ha spiegato -. Dal 26 aprile apriremo le prenotazioni per i cittadini dai 65 ai 69 anni, dal 10 maggio potranno prenotare i cittadini tra i 60 e i 65 anni. Dopo aver tutelato le categorie più fragili vorremmo poter consegnare le dosi alle aziende per iniziare le vaccinazioni sui luoghi di lavoro, magari già a partire da maggio”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà