La Parigi-Dakar si trasferisce a Grazzano, domenica di spettacolo e tutto esaurito

23 Maggio 2021

 

La Paris-Dakar si trasforma in una sorta di “comunità” per i piloti italiani, un’esperienza da vivere tutti insieme e da raccontare agli appassionati di rally sparsi per il Paese attraverso social network e racconti online. È l’ambizioso progetto che ha visto la presentazione ufficiale nazionale proprio sul nostro territorio, a Grazzano Visconti, grazie alla manifestazione “Paris-Dakar 2022 – International Press Conference”, evento organizzato da Enduro Republic in collaborazione con i Comuni di Vigolzone e Ponte dell’Olio e di Emilia Taste Nature & Culture.

Per un intero weekend i motori l’hanno fatta da padrone nel borgo della Valnure, con prove di navigazione, test su circuiti e due giorni dedicati a mappature, road book, carene, GPS, insomma tutto quello che riguarda il mondo del rally e del suo evento più famoso. Questa mattina gli assoluti protagonisti sono stati loro, i piloti italiani che prenderanno parte all’edizione 2022 della Dakar, che si sono ritrovati nella Club House di Enduro Republic per vivere un momento con il pubblico: Tiziano Internò, Gianni Stigliano, Francesco Catanese, Cesare Zacchetti, Lorenzo Piolini, Franco Picco, Maurizio Gerini, Roberto Musi, Umberto Fiori, Luciano Carcheri, Camelia Liparoti, Aldo e Andy Winkler, Maurizio Traglio e Renato Rickler saranno in Arabia ai nastri di partenza anche il prossimo anno.

Con un bella novità, il cosiddetto “Bivacco Italia”, progetto che hanno illustrato ai presenti Tiziano Internò, Gianni Stigliano e Francesco Catanese, realizzato in collaborazione con Cesare Zacchetti. “Si tratta di riunire in un’unica area, il Bivacco Italia appunto, tutti i motociclisti dakariani che parteciperanno alla prossima edizione – hanno spiegato – in questo modo si concretizzerà il detto che l’unione fa la forza, staremo tutti insieme per vivere al meglio questa avventura. Non solo, il progetto prevede anche una condivisione di tutto quello che vivremo sulla nostra pelle con i nostri connazionali che ci seguiranno e con ogni appassionato di Dakar o di corse di rally, sfruttando la forza dei social network per raccontare le nostre esperienze personali oltre che le competizioni vere e proprie”.

L’iniziativa è già partita, i motociclisti si sono ritrovati per la prima volta in provincia di Torino per completare un tracciato in preparazione alla Dakar. Nel pieno di questo spirito di “comunità” riunita da una passione si è quindi concluso l’evento che ha radunato centinaia di fan del rally a Grazzano Visconti. Sono stati ben 350 i partecipanti, dei quali un centinaio circa hanno partecipato alla Dakar Navigation Experience sponsorizzata da BF Goodrich, più una cinquantina di equipaggi tra auto e camion. Ripagato in pieno dunque lo sforzo della Enduro Republic di Grazzano Visconti, guidata dal presidente Lorenzo Napodano nell’organizzazione di una manifestazione dalle tante sfaccettature, fatta di sessioni teoriche e pratiche, test di corsa per tutti i veicoli, tracciati con navigazione a Roadbook non competitivi, un “bivacco dakariano” con mezzi di ogni genere, momenti di convivialità e di discussione sul mondo rallistico. Il tutto in piena sicurezza: i dottori del laboratorio analisi Aris di Piacenza hanno infatti prestato il loro servizio allestendo un’area tamponi all’ingresso del paese, solamente chi è risultato negativo ai tamponi rapidi ha potuto fare parte di questa piccola bolla Covid-free di due giorni, dimostrando che si può ripartire anche con eventi di una certa portata.

IL SERVIZIO DI GABRIELE FARAVELLI

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà