Festa della Repubblica, il prefetto: “Guardare avanti con più speranza”

02 Giugno 2021

Si celebra oggi, 2 giugno, la 75esima Festa della Repubblica. E’ il primo cerimoniale piacentino per il prefetto Daniela Lupo, insediatasi a Piacenza lo scorso agosto, la quale ha ribadito “l’importanza di questa ricorrenza che oggi finalmente ci permette di guardare avanti con più speranza, e che vorrei dedicare al lavoro e alle scuole”.

La cerimonia è stata scandita da due differenti momenti.

Al mattino alle 9.30 le note della Canzone del Piave suonata dalla banda Ponchielli in piazza Cavalli e un applauso spontaneo dei cittadini hanno salutato la deposizione della corona di fiori al Sacrario dei Caduti da parte del prefetto Daniela Lupo, con un pensiero che è stato rivolto anche alle vittime della pandemia.

Successivamente autorità e cittadini si sono spostati in piazza Cittadella, dove si è tenuto l’alzabandiera sulle note dell’inno nazionale. Tre pedane allestite davanti a Palazzo Farnese hanno ospitato il sindaco Patrizia Barbieri, il direttore del Polo di Mantenimento Sergio Santamaria e il prefetto Daniela Lupo. L’altoparlante ha prima diffuso il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopodiché il prefetto ha salutato la cittadinanza con un discorso che ha ricordato, fra i vari punti, la pandemia che sta arretrando grazie alla campagna vaccinale e il tema della sicurezza sul lavoro.

IL DISCORSO DEL PREFETTO DANIELA LUPO

Prima della conclusione il Tricolore è stato consegnato a una rappresentanza di quattro istituti scolastici, composta da dirigenti e studenti: Terzo circolo didattico, Scuole Faustini, Frank e Nicolini, Istituto comprensivo Gandhi di San Nicolò e Liceo Gioia.

L’INNO DI MAMELI DELL’ORCHESTRA CHERUBINI

“La Festa della Repubblica viene celebrata in tutto il mondo anche con un’esecuzione dell’Inno Nazionale dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta dal Maestro Riccardo Muti – si legge sul sito del ministero degli Esteri -. La registrazione è stata realizzata appositamente per la Farnesina e per la sua rete all’estero al Teatro Municipale di Piacenza, con il coinvolgimento del suo coro di 54 elementi”.

Guarda il video dell’Inno di Mameli, suonato dall’orchestra “Cherubini” diretta dal maestro Riccardo Muti

ONORIFICENZE DELL’ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA

Nel pomeriggio (ore 16.30), come consuetudine, in prefettura sono stati consegnati i diplomi di conferimento delle onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e una medaglia d’onore alla memoria al figlio di un piacentino militare internato nei lager nazisti e destinato al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale, Eugenio Anselmi, deportato in Germania dal 11 settembre 1943 al 26 giugno 1945.

MUSEI APERTI

In occasione della Festa della Repubblica, il 2 giugno i Musei civici di Palazzo Farnese e il Museo civico di Storia naturale sono rimasti aperti al pubblico.

Il Comune di Piacenza ha chiesto ai cittadini di esporre il Tricolore da finestre e balconi per celebrare insieme l’anniversario della nascita della Repubblica Italiana.

MODIFICHE ALLA VIABILITA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà