Siamo in zona bianca: via il coprifuoco ma restano le mascherine. Cosa si può fare

14 Giugno 2021

Il momento tanto atteso è arrivato. Da oggi l’Emilia-Romagna, assieme ad altre regioni italiane, passa in zona bianca. La conferma ufficiale è arrivata venerdi scorso con la con la firma dell’ordinanza da parte del ministro della Salute Roberto Speranza, che ha spiegato che ormai l’incidenza nazionale è di 26 casi su 100mila abitanti. Per entrare in zona bianca bisogna averne meno di 50 per tre settimane di seguito e quello dell’Emilia Romagna, è di 21,5.
Il decreto abolisce varie limitazioni , anche se non tutte.

COPRIFUOCO, MASCHERINE E DISTANZIAMENTO – Con l’ingresso in area bianca decadono varie restrizioni, compreso il coprifuoco a mezzanotte, ma non tutte. Rimangono infatti obbligatori sia l’utilizzo della mascherina all’aperto che il distanziamento.

SPOSTAMENTI – E’ possibile spostarsi verso altre località in zona bianca senza limiti di orario, mentre per comprovate motivazioni di lavoro, di salute o di necessità ci si può spostare verso ogni altra località.

BAR E RISTORANTI – I bar e i ristoranti all’aperto non sono più soggetti a limitazioni nel numero di persone ai tavoli, mentre per quelli al chiuso rimane il limite di sei persone a tavolo. E’ prevista una deroga nel caso si tratti di due nuclei familiari.

BANCHETTI – Via libera ai banchetti per i matrimoni, purché tutti gli invitati presentino all’ingresso il green pass.

SPORT E ATTIVITA’ – Via libera a piscine coperte, centri benessere, parchi a tema, sale gioco, centri sociali e culturali.

Coronavirus: le misure in Emilia-Romagna

© Copyright 2021 Editoriale Libertà