Trova un capriolo ferito su un sentiero ma le cure non bastano a salvarlo

30 Giugno 2021

Cammina su un sentiero verso il Monte Osero e si imbatte in un capriolo ferito. È quanto è accaduto a una giovane donna cremonese che l’altro giorno si è ritrovata a vegliare per circa un’ora l’animale ferito che non riusciva a muoversi: “Ho chiamato immediatamente l’associazione Piacenza Wildlife Rescue Center in modo che potessero intervenire” spiega. Ci è voluta circa un’ora perché i volontari riuscissero a raggiungere il punto dove si trovava la ragazza: il capriolo si è rivelato essere un cucciolo di circa un mese, con delle ferite sul collo causate da morsi e una frattura di una vertebra cervicale che lo ha poi portato alla morte ieri pomeriggio.

“Sicuramente non è stato un lupo – spiega Fabiana Ferrari, biologa e responsabile di Piacenza Wildlife Rescue Center – in realtà dubitiamo che possa essere stato un cane: non ne siamo certi, ma dato che di altri segni non ce ne sono se non quelli sul collo, questo capriolo potrebbe essere stato vittima di un tentativo di predazione e potrebbe essere scivolato finendo sulla strada dove poi è stato ritrovato. Potrebbe essere stato assalito da un cane dato che tante persone che passeggiano in montagna non conducono i propri animali al guinzaglio: è un errore oltre che un’infrazione della legge e va ricordato”.

Il capriolo, subito soccorso, è morto dopo una giornata di cure: “Bene in ogni caso segnalare quando ci si imbatte in animali feriti – spiega ancora Fabiana – abbiamo un numero apposito che è 3668991187 e che è attivo dalle 8 alle 20. Nelle altre ore c’è una segreteria che fornisce il numero dell’operatore reperibile in orario notturno”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà