Famiglie in difficoltà: dalla Regione altri 360mila euro per la provincia di Piacenza

06 Agosto 2021

Altri 5,7 milioni, dopo i 51,2 assegnati ad aprile, per il Fondo sociale regionale 2021, che raggiunge i 56,9 milioni complessivi: si rafforza il sostegno della Regione Emilia-Romagna a persone e famiglie in difficoltà anche per il perdurare dell’emergenza Coronavirus.

Tra gli obiettivi, contrastare le disuguaglianze in aumento, anche tra i giovani.
In particolare le risorse serviranno per il pagamento dell’affitto, delle utenze domestiche, buoni spesa. Ma anche sostegno socioeducativo e prevenzione del disagio giovanile. Le risorse, stanziate dalla giunta, consentiranno a Comuni e Unioni di Comuni di rafforzare gli interventi e i servizi sociali del territorio e prolungare concretamente gli aiuti a chi ne ha più bisogno.

Dell’intera somma, quattro milioni sono finalizzati a supportare le persone in situazioni di fragilità e precarietà impreviste, come forme di indebitamento e perdita di posti di lavoro che in alcuni casi hanno aggravato condizioni critiche preesistenti. I restanti 1,7 milioni di euro, aumentati grazie anche alla scelta condivisa con l’Assemblea legislativa, serviranno a finanziare interventi di prevenzione del disagio giovanile e progetti di sostegno socioeducativo; e ancora, attività scolastiche e formative, anche con l’ausilio di educatori per interventi domiciliari, e specifici contributi per l’acquisto di dispositivi digitali o connessioni.

A livello territoriale, le risorse vengono così suddivise tra tutte le province dell’Emilia-Romagna: Bologna (1.293.2968 euro); Modena (926.267); Reggio Emilia (700.898); Parma (580.818); Forlì-Cesena (505.139); Ravenna (485.831); Rimini (429.596); Ferrara (414.304); Piacenza (363.847).

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà