Mette in vendita sul web un’auto ma resta vittima di una truffa: due denunce

14 Settembre 2021

I carabinieri di San Nicolò hanno denunciato due pregiudicati di 51 e 47 anni, residenti in provincia di Bergamo, per truffa in concorso.

La vittima è un’impiegata di 55 anni di Rottofreno. Il figlio della donna, su un sito di e-commerce, nel maggio del 2021 aveva messo in vendita la sua auto. Lo stesso giorno, la 55enne è stata contattata da un uomo che ha manifestato il suo interesse all’acquisto. Dopo aver concordato il prezzo ha riferito alla donna di voler concludere subito l’acquisto e che per l’immediato pagamento avrebbe utilizzato una procedura tramite postazione bancomat. In tal modo, il truffatore ha convinto la 55enne a recarsi presso uno sportello bancomat di Piacenza per ricevere il pagamento. In realtà, al termine delle operazioni effettuate con contestuali indicazioni ricevute, l’impiegata si è resa conto di non risultare il beneficiario delle operazioni, ma che aveva accreditato complessivamente 1.140 euro su due carte poste-Pay. Si è dunque rivolta ai carabinieri di San Nicolò per denunciare l’accaduto. Dopo alcuni approfonditi accertamenti, i carabinieri sono riusciti a risalire all’identità dei due malviventi. Si tratta di disoccupato di 51 anni e una donna di 47 anni, residenti in provincia di Bergamo, entrambi pregiudicati per analoghi episodi, denunciati per truffa in concorso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà