Logistica a Gossolengo, consiglio infuocato. Sindaco: “Nulla di definitivo”

29 Settembre 2021

“Sul nuovo insediamento produttivo e logistico della strada Regina a Gossolengo non c’è ancora nulla di definitivo: nei prossimi 60 giorni di legge c’è spazio per le osservazioni di tutti, comune compreso, per migliorare l’impatto dei capannoni. E ci saranno incontri pubblici”. Lo ha garantito in un consiglio comunale piuttosto acceso, il sindaco di Gossolengo Andrea Balestrieri durante l’adozione del progetto del contestato insediamento da 150mila metri quadri tra Gossolengo e Quarto. Una seduta “presidiata” all’esterno del municipio da una trentina di manifestanti del neonato comitato Regina.

Tra maggioranza e minoranza è scontro tra la paternità e responsabilità dell’intervento, che risale al 2013 ed è sempre stato riconfermato nel tempo. Per il comune, intanto, sono previsti introiti importanti: oltre a circa 600 o 700mila euro di oneri, le opere di urbanizzazione che saranno cedute al comune (strade, verde o parcheggi) valgono un milione e 200mila euro. Inoltre, il lottizzante dovrà realizzare a sue spese – per altri 250mila euro – la nuova stazione ecologica per i rifiuti lungo la strada Regina. Insomma, vantaggi per oltre due milioni di euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà