Si intrufola nella palestra di Travo ma scatta l’allarme, arrestato per tentato furto

06 Novembre 2021

“Non volevo rubare proprio niente, avevo fatto tardi con gli amici e temendo di far arrabbiare mia mamma non sono tornato a casa. Il solo posto dove potevo dormire era la palestra di Travo, ma purtroppo sono arrivati i carabinieri”. Così davanti al giudice un venticinquenne albanese arrestato dai carabinieri di Rivergaro guidati dal luogotenente Roberto Guasco. E’ accaduto nella notte fra venerdì 5 e sabato 6 novembre intorno alle 2.30. Suonato l’allarme antifurto della palestra collegato ai metronotte, sul posto si sono recati i carabinieri di Rivergaro oltre alle guardie giurate. I militari dell’Arma hanno fermato il giovane albanese mentre cercava di fuggire da una finestrella posta sul retro di una stanza della palestra. Vicino alla finestra sarebbe stato trovato un decespugliatore della palestra. Motivo per cui il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di tentato furto. Il giudice ha convalidato l’arresto dei carabinieri e rimesso in libertà il venticinquenne in attesa del processo per tentato furto.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà