Tre carovane collegate abusivamente a un contatore. Il nomade: “Non ne so nulla”

07 Novembre 2021

Dopo aver contestato a un nomade il furto di energia elettrica per aver illecitamente agganciato tre carovane a un contatore, la polizia locale ha lasciato ugualmente in funzione il collegamento posticcio perché nelle carovane erano ospitati  bambini e un invalido. E’ accaduto a Caorso nella primavera del 2017. Ieri il processo ad un nomade che deve rispondere dell’accusa di furto di energia elettrica. Hanno deposto dipendenti Enel i quali hanno spiegato che il contatore che si trovava nell’area di sosta destinato alle carovane era stato sostituito con un contatore irregolare e senza il numero di serie.

“Ma nonostante tutto – hanno spiegato i tecnici dell’Enel – l’impianto funzionava ugualmente”. La polizia locale dell’Unione Bassa Valdarda Fiume Po ha potuto constatare che i cavi andavano in direzione di tre carovane intestate all’imputato, poi denunciato per tentato furto che sentito in proposito ha detto: “non ne so nulla”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà