“La guardia medica di Bobbio sia accorpata a quella di Ottone”

31 Dicembre 2021

“L’Ausl accorpi la guardia medica di Bobbio alla sede di Ottone nei locali presso il municipio per il tempo necessario per recuperare i medici per coprire entrambe le sedi, tenuto conto che a Bobbio è presente un punto di primo intervento aperto h24 e che vi è la disponibilità di auto medica del 118”. È la proposta concreta che l’Unione montana Valli Trebbia e Luretta ha inviato proprio stamattina, 31 dicembre, all’Azienda Usl per evitare di lasciare scoperto il servizio in alta valle.

Lo ha fatto sapere il sindaco di Ottone, Federico Beccia, dopo la riunione dell’Unione montana di ieri pomeriggio. Una richiesta concreta per evitare che Ottone rimanga senza guardia medica.

Il servizio di continuità assistenziale di Ottone e quello di Ferriere, infatti si accorperanno a quello di Bettola e Bobbio, un accorpamento che Ausl definisce temporaneo per tamponare la mancanza di medici. I due sindaci hanno chiesto ai referenti della Conferenza territoriale sociale e sanitaria, in calendario l’11 gennaio, che il dibattito venga inserito all’ordine del giorno.

E intanto il sostegno della popolazione è fortissimo. In 24 ore la petizione lanciata su Change.org “No alla chiusura delle guardie mediche di Ferriere ed Ottone” ha ottenuto 2300 firme (alle 17 del 30 dicembre).

IL SERVIZIO COMPLETO DI NADIA PLUCANI SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà