Elisa e Costantino erano inseparabili. “Milions” cantava per lei “Vivi la vita”

12 Gennaio 2022

 

Si erano conosciuti al lavoro in un grande magazzino Elisa Bricchi e Costantino Merli. Da oltre un anno erano sempre insieme. La mattina dell’11 gennaio dovevano partire per una breve vacanza, la valigia era già pronta. Ma le loro vite si sono tragicamente spezzate la notte precedente nel fiume che amavano tanto. Dopo aver festeggiato i 23 anni dell’amico William Pagani, insieme a Domenico Di Canio sono saliti tutti sulla Golf grigia ritrovata la mattina dopo nelle gelide acque del fiume nel comune di Calendasco. 
Nella chiesa di San Giuseppe Operaio, dove Elisa era particolarmente conosciuta e tanti le volevano bene, ieri don Federico Tagliaferri ha voluto celebrare una veglia. La mamma di Elisa, Antonella Grandini, aveva collaborato alla vita parrocchiale e ora lavora alla libreria diocesana “Berti”, ieri ovviamente rimasta chiusa in segno di lutto. Mamma Antonella ieri sera ha scritto un messaggio, “Sei la mia vita, come faremo senza di te? La vita è ingiusta”, e pensare che questa mamma, insieme al papà di Elisa Giovanni, ispettore nella polizia locale dell’Unione Valnure Valchero, proprio per la maturità della figlia le avevano scritto “Spicca il volo, tu sei nata per vivere a pieno”. 

Elisa si era diplomata al liceo Colombini nel 2020. “Ma la ricordo, certo”, dice Massimo Trespidi, consigliere comunale a palazzo Mercanti e docente al “Colombini”. “Era davvero una brava ragazza, con un alto senso di responsabilità, era solare, si impegnava, un punto di riferimento per tanti nella classe. Ed era socievole, interessata alle materie, in particolare alle scienze umane e alla filosofia. Sono veramente addolorato e commosso…”. 

Costantino Merli, 22 anni, viveva a Guardamiglio nel Lodigiano a due passi da Piacenza, e sognava di fare il musicista, per gli amici era “Milions”. Le basi per la trap erano preparate da Domenico Di Canio. Costantino era generoso e faceva parte del gruppo di Protezione civile di Guardamiglio guidato dal padre Francesco.  

“Era un ragazzo come pochi, aveva le sue idee, gli piaceva parlare dei giovani e dei loro problemi”, dice commosso Elia Bergamaschi, sindaco di Guardamiglio che esprime vicinanza alla famiglia.  

La stessa commozione è anche al liceo artistico “Cassinari” frequentato dal fidanzato di Elisa, Costantino Merli, e anche da William Pagani, al fianco degli amici in quella stessa auto diventata lunedì sera mortale: “Costantino si era iscritto all’indirizzo di arti figurative, William seguiva quello grafico”, ricorda l’insegnante Patrizia Vezzosi, con la dirigente scolastica Sabrina Mantini. “Erano amici veri, sempre insieme nei corridoi, anche se in classi diverse. Costantino aveva uno spiccato senso artistico, era talentuoso, vivace, eclettico, divertente, sapeva creare gruppo, e forse anche per questo era così amato da docenti e compagni”. 

“Resta sempre positivo, cambia niente se stai male”, canta Costantino in una delle sue canzoni, dal titolo “Vivi”, sembra un invito a farsi forza rivolto ai tanti amici che oggi stanno soffrendo per questa immensa tragedia, e c’è anche un’altra strofa nel trap di Costantino dal ritmo così perfetto, “La luce si avvicina”.  

IL SERVIZIO DI NICOLETTA MARENGHI

https://youtu.be/TXha0iRDz6g

© Copyright 2023 Editoriale Libertà