Partiti i 300 scatoloni di aiuti raccolti per il popolo ucraino ai giardini Merluzzo

14 Marzo 2022

La scorsa settimana la generosità dei piacentini aveva consentito di trasformare i giardini Merluzzo in un centro raccolta a cielo aperto. Ora i 300 scatoloni di generi alimentari, medicinali e prodotti per l’igiene raccolti in mezza giornata, grazie all’aiuto e al buon cuore di Piacenza, sono diretti al confine fra la Romania e l’Ucraina.
Da lì verranno poi consegnati ai centri profughi.
A renderlo noto è Lorenzo Groppi, chef e pizzaiolo da cui era partita l’iniziativa svoltasi in concomitanza con il “Via Roma Street Market” di marzo, nata da un passaparola e da un invito pubblicato su Facebook un paio di giorni prima.
Nei giorni scorsi tutti gli scatoloni sono stati consegnati a Nadya Vybodovska, che si è occupata del trasporto attraverso i corrieri. Prima il carico, attraverso l’aiuto della Protezione civile, è stato portato in un deposito vicino a Milano, successivamente al confine fra Romania e Ucraina e da lì nelle città colpite dalla guerra.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà