Illuminazione, area camper, nuovo ostello. Progetti per far rinascere Travo

17 Marzo 2022

Nuova illuminazione artistica per il parco archeologico e il castello Anguissola ma anche più fondi per il festival “Balafolk” e il concorso “Giana Anguissola”, una nuova area di sosta per i camper, un nuovo ostello in paese e anche un “app” dedicata ai cicloturisti. Sono solo alcuni dei progetti – per un totale di un milione e 600mila euro – che il Comune di Travo ha presentato al Ministero della Cultura per chiedere il finanziamento nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilenza (Pnrr) sul bando dedicato all’attrattività dei borghi storici.

Il progetto è davvero ampio e variegato e se dovesse essere approvato darebbe nuovo slancio al paese. Si parte dal parco archeologico con la creazione di una nuova e più stabile area didattica all’ingresso e con una nuova illuminazione esterna per rendere più facile e affascinante a fruizione notturna del parco (per 200mila euro). Al castello Anguissola si intende regalare una nuova illuminazione artistica esterna (70mila euro) e valorizzare l’interno. Sul fronte degli eventi estivi, l’investimento più grande da 100mila euro è proprio dedicato al rilancio del concorso letterario nazionale “Giana Anguissola” dedicato alla letteratura per ragazzi. Con la cooperativa Fedro, per altri 30mila euro, si punta a dare maggiore sostegno al festival Travo Balafolk.

Forti investimenti anche sulle infrastrutture turistiche. Quello più consistente – da 300mila euro – riguarda il rifacimento passeggiata di collegamento tra il castello e il parco archeologico (nuova pavimentazione, arredi, illuminazione e un percorso per ipovedenti) e con altri 200mila euro sarà riqualificato il vicino parcheggio tra via Papa Giovanni XXIII e vie del Mulino (anche con la posa di colonnine di ricarica per auto elettriche e bidoni interrati dei rifiuti).

LEGGI L’ARTICOLO DI CRISTIAN BRUSAMONTI SU LIBERTA’ 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà