“Libricino per la pace e la speranza”: bambini ucraini si possono sentire meno soli

26 Aprile 2022

Halina è una bambina a cui hanno rubato i sogni della sua infanzia. E come lei migliaia di altri bimbi. I loro occhi sono spenti, a tratti ancora terrorizzati. Sono stati improvvisamente strappati dalla loro terra, in alcuni casi dalla famiglia. Hanno perso i loro punti di riferimento, la casa, la scuola, gli amici, il parco in cui giocare il pomeriggio. Sono i bambini ucraini arrivati qui, nella nostra terra, a Piacenza, costretti a fuggire e lasciare tutto, a causa del conflitto che sta devastando intere città.

E l’ostacolo più grande, una volta arrivati a destinazione, è la lingua. Tutti intorno parlano in modo incomprensibile e, alla paura, si affianca il senso di solitudine e isolamento.

Proprio per ovviare a questo ulteriore peso il Club Rotary Fiorenzuola d’Arda ha stampato il “Libricino per la pace e la speranza”, in bilingue (italiano-ucraino), messo a punto dal gruppo “Psicologi dei Popoli” collegato alla Protezione Civile, destinato ai bimbi ucraini delle scuole primarie che verranno accolti nei nostri istituti. L’opuscolo è stato presentato il 23 aprile, nell’aula didattica del Trebbia a Gossolengo. Il progetto si avvale della collaborazione del comune di Gossolengo.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà