“Non vogliamo convivere con il Nucleare e le scorie”: 150 in corteo a Caorso

22 Maggio 2022

In 150 da tutta Italia a Zerbio, nel comune di Caorso, per urlare, in corteo, il proprio no all’inclusione dell’energia nucleare nella tassonomia verde dell’Unione Europea. Per pura coincidenza, la manifestazione curata dall’organizzazione giovanile comunista “Cambiare Rotta” si è tenuta il giorno successivo alla comunicazione ufficiale dell’arrivo nelle casse comunali caorsane di oltre 29milioni di euro di “tesoretto nucleare”. “Abbiamo parlato con la gente del luogo per non arrivare qui come alieni – spiega la portavoce del gruppo organizzatore Alice Angeloni – e abbiamo capito che qui il nucleare non è una questione ideologica, è una questione materiale, uno strumento per dare lavoro. Noi siamo qui oggi però, perché Arturo è il simbolo delle lotte ecologiste. Vogliamo dare un segnale di opposizione al nucleare come soluzione civile alla crisi ambientale, perché non potrà mai essere energia verde. Vogliamo inoltre smascherare come dietro all’apertura del Parlamento europeo di introdurre l’energia nucleare nella tassonomia verde non vi sia la soluzione alla crisi climatica, bensì la volontà di costruire un progetto imperialista che porti l’Unione europea ad essere competitiva con le altre nazioni. Qui c’è in ballo il futuro di noi giovani e noi giovani non vogliamo dover convivere con il nucleare e le scorie che produce”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà