Quarta dose anti Covid solo per un over 60 su quattro. L’appello dell’Ausl

04 Agosto 2022

Quarta dose anticovid: a Piacenza solo un ultrasessantenne su quattro si sottopone alla vaccinazione. Lo sottolinea Marco Delledonne, direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Piacenza, evidenziando anche un po’ di preoccupazione:

“Nella nostra provincia l’ultimo report conferma un tasso di adesione alla quarta dose di vaccino anti covid inferiore al 25 per cento fra gli over 60 – spiega Delledonne – a tutti gli indecisi e a chi intenda aspettare il nuovo vaccino contenente la variante omicron mi sento di dire che il nuovo vaccino arriverà nel tardo autunno e non è dimostrata una risposta immunitaria e di protezione superiore nei confronti della attuale variante circolante rispetto al vaccino già prodotto e già utilizzato contenente il ceppo virale iniziale”.

È il direttore della Sanità pubblica dell’Ausl a scattare la fotografia di una situazione, quella piacentina, che registra un alto numero di contagi ogni giorno: “Nonostante i mesi estivi assistiamo nella nostra provincia a una ancora elevata circolazione virale – fa notare – la media è di circa 280 nuovi positivi al giorno registrati a cui bisogna aggiungere i casi non registrati perché non hanno effettuato un tampone ufficiale: questa elevata circolazione di fatto espone le persone fragili e anziane a un elevato rischio di infezione con la possibilità che la malattia evolva in forme cliniche più serie”.

Si ricorda che per le prenotazioni sono aperti tutti i consueti canali ossia il CupTel al numero 800.651.941, gli sportelli Cup, le farmacie e il fascicolo sanitario elettronico-cupweb. Ma non solo: “La Regione ha fortemente voluto il coinvolgimento dei medici di medicina generale per garantire la possibilità di vaccino agli aventi diritto – spiega Anna Maria Andena, direttrice del dipartimento Cure primarie dell’Ausl di Piacenza – oltre il 70 per cento dei medici di famiglia si è detto disponibile a effettuare le vaccinazioni che potranno così essere fatte sia negli ambulatori di medicina generale sia nei punti vaccinali del territorio: il Laboratorio analisi di Piacenza, l’ambulatorio Avis di Castel San Giovanni, il centro prelievi ex Macello di Fiorenzuola, la Casa della Salute di Bettola e l’ospedale di Bobbio. Inoltre, per i cittadini di età pari o superiore ai 60 anni che non rientrino nelle condizioni di elevata fragilità individuate dal Ministero, sarà possibile effettuare la vaccinazione anche presso le farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale”.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà