Addio all’attore piacentino Gianni Schicchi: l’esordio al cinema con “I pugni in tasca”

08 Novembre 2022

L’attore bobbiese Gianni Schicchi è morto stamattina all’età di 84 anni. Il suo era un nome d’arte: l’appellativo venne fuori nel 1970, durante le riprese del film “Nel nome del padre”. L’associazione con l’opera comica di Puccini fu un marchio che gli durò tutta la vita, anche se all’anagrafe, nei registri del 1938, era Giovanni Gabrieli.

L’esordio nel cinema risale al 1965 con “I pugni in tasca” di Marco Bellocchio, regista per cui lavora anche ne “La Cina è vicina” (1967), “Marcia Trionfale” (1976), “Nel nome del Padre” (1972), “Vacanze in Val Trebbia” (1978), “Le Sorelle” (1999), “Ofelia” (2000), “L’ora di religione” (2001), “Sorelle” (2006).

Domani il servizio completo di Elisa Malacalza su Libertà in edicola

© Copyright 2022 Editoriale Libertà