Grazzano Visconti: boom di visitatori al corteo storico dopo tre anni di stop

03 Giugno 2022

Foto di Emilio Marina

Circa 2.600 persone da tutto il nord Italia hanno assistito ad una delle manifestazioni più caratteristiche del territorio piacentino, il tradizionale corteo storico di Grazzano Visconti, nel comune di Vigolzone. Dopo tre anni di sospensione, uno dovuto al maltempo e due forzatamente bloccati dalla pandemia, il borgo vigolzonese è tornato ad ospitare l’evento, alla sua 46esima edizione, organizzato dalla proloco di Grazzano visconti con la collaborazione del gruppo marciatori Alta Val Nure e di diverse compagnie a tema.

Dal castello della famiglia Visconti di Modrone è partito il lungo corteo, aperto dai musicanti, dagli sbandieratori e dai nobili rappresentanti delle casate di tutto il territorio piacentino che hanno accolto la dama Valentina, signora d’Asti, di passaggio a Grazzano Visconti prima di raggiungere la Francia e il suo futuro sposo, il duca d’Orleans. L’atmosfera che si è respirata è stata quella di un borgo di fine trecento, addobbato a festa profumato di fiori. Le vie e le piazze sono state animate da spettacoli di saltimbanchi, falconieri, cantastorie e dal giullare Nespolo, mentre in Cortevecchia i cavalieri cristiani e saraceni si sono sfidati un torneo d’armi. D’obbligo la quintana a cavallo, il torneo a cavallo che ogni anno decreta la casata che avrà l’onore di accompagnare la signora d’Asti nel suo viaggio verso la Francia. Quest’anno è stata la volta dei Malaspina di Bobbio con il suo rappresentante Beltrando da Bianello, che ha avuto la meglio sugli altri cavalieri.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà