Contributi dalla Regione

Gestione servizi, oltre due milioni di euro alle Unioni dei Comuni piacentine

4 agosto 2020

Più di due milioni di euro al nostro territorio e oltre 18,2 milioni di euro a 38 Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna per rafforzare la qualità delle gestioni associate dei servizi a beneficio di comunità locali, cittadini e imprese.
La Regione ha assegnato i contributi per il 2020, in base ai criteri già sperimentati nel 2018 e confermati nel 2019, contenuti in un apposito bando, stabiliti dal Programma di riordino territoriale (PRT) regionale 2018-2020.
Per il territorio piacentino, soldi assegnati a Unione Valnure e Valchero (483.252,91 euro); Unione Bassa Val d’Arda-Fiume Po (197.369,11); Unione dei comuni montani Alta Val d’Arda (213.595,88); Unione dei Comuni Alta Val Nure (618.375,28) e Unione Montana Valli Trebbia e Luretta (580.478,75). Totale per la nostra provincia: due milioni 93mila euro.

“Anche quest’anno la Regione Emilia-Romagna è riuscita a incrementare le risorse, per sostenere quei Comuni che, attraverso lo strumento delle Unioni, percorrono la strada virtuosa della gestione associata dei servizi”, spiega l’assessore regionale al Riordino istituzionale, Paolo Calvano.

Dei 18 milioni 213 mila euro di finanziamenti assegnati, quasi 9,6 milioni sono risorse della Regione e 8,6 milioni provengono dallo Stato, con un incremento di circa 400 mila euro rispetto al 2019.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE