Al Provinciale termina 2-0

Nzola e Taugourdeau mandano a monte i sogni biancorossi, in B va il Trapani

15 giugno 2019

20190615-195432.jpg
Dopo due stagioni di purgatorio, il Trapani torna in serie B. Decisiva la vittoria netta e meritata ottenuta al Provinciale su un Piacenza mai al tiro nel corso dei 90 di gioco e che ha faticato, come già avvenuto all’andata, a costruire occasioni da gol. Ammirevoli i duecento tifosi giunti in Sicilia che, dopo la delusione di Siena di un mese fa, ingoiano un altro boccone amarissimo. Paura nel corso del match per un infortunio al capo occorso a Bertoncini, trasportato all’ospedale per accertamenti.

Mister Franzini perde Nicco dopo il riscaldamento e dunque punta su Corradi: il modulo non cambia, 4-3-3 con Ferrari sostenuto ai fianchi da Sestu e Di Molfetta.

L’avvio del Trapani è ancora una volta migliore rispetto ai biancorossi che però non sbandano eccessivamente sui tentativi dei siciliani che però danno un’impressione di maggiore incisività offensiva. La prima chance siciliana é un regalo di Bertoncini che spedisce in porta Nzola nel tentativo di servire Fumagalli: il portiere piacentino respinge. Il pericolo non ha scosso i biancorossi intrappolati nel pressing dei padroni di casa, sempre pronti a pungere con trame in velocità. Al 22′, quando il Piacenza sembrava in grado ormai di reggere l’urto della spinta di Corapi e soci, ecco la doccia gelida: ancora Nzola, questa volta sul rimpallo con Pergreffi, pallone addomesticato e destro all’angolino che non ha lasciato scampo. Nessuna reazione della squadra di Franz che chiederà sotto il primo tempo senza lasciare segni tangibili.

Il tecnico di Vernasca prova a cambiare le carte in tavola dopo dieci minuti dalla ripresa del gioco: si passa al 3-5-2 con gli inserimenti di Corazza e Perez, fuori Ferrari e Sestu. Non ci sono, anche in questo caso effetti poco tangibili e Trapani sempre più abile nel controllare la sterile avanzata emiliana. Grandissima paura invece a metà frazione: scontro aereo tra Corradi e Bertoncini che perde i sensi e viene raggiunto dall’ambulanza del 118 che lo condurrà all’ospedale di Trapani: stando alle notizie raccolte il difensore si sarebbe ripreso ma mantenuto al nosocomio siciliano sotto osservazione. Dopo la lunga pausa, si riparte e il canovaccio non cambia e, nel finale, arriva anche il 2-0: l’ex Taugourdeau manda a monte i sogni del Piace con una zampata rapace da azione d’angolo. Un gol che segna l’ingresso dei titoli di coda, il Provinciale di Trapani diventa una bolgia ma dai colori granata.

TRAPANI-PIACENZA 2-0
MARCATORI Nzola al 22′ p.t.; Taugourdeau al 39′ s.t.
TRAPANI (4-3-3) Dini; Costa Ferreira (dal 44′ s.t. Fedato), Da Silva, Taugourdeau, Ramos; Aloi, Toscano, Corapi; Ferretti (dal 21′ s.t. Golfo), Nzola (dal 33′ s.t. Evacuo), Tulli (dal 44′ s.t. Mulé). (Cavalli, Ferrara, Tolomello, D’Angelo, Scrugli, Garufo, Lomolino, Franco). All. Italiano.
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Corsinelli , Bertoncini (dal 25′ s.t. Terrani), Pergreffi, Barlocco; Marotta (dal 38′ s.t. Sylla), Della Latta, Corradi; Sestu (dall11′ s.t. Corazza), Ferrari (dal 12′ s.t. Perez), Di Molfetta. (Calore, Calzetta, Cauz, Silva, Nicco, Mulas, Porcari, Bachini). All. Franzini.
ARBITRO Ayroldi di Molfetta

20190615-194432.jpg

20190615-203347.jpg

20190615-223310.jpg

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE