La Placentia Half Marathon 2021 sarà virtuale: “Tutti connessi da qualsiasi posto”

24 Marzo 2021

Una maratona virtuale accessibile a tutti: un’idea che consentirà a chiunque e in qualsiasi luogo, grazie ad una speciale applicazione, di essere parte di un evento sportivo internazionale come la Placentia Half Marathon for Unicef, la mezza maratona della città di Piacenza.

Dopo l’annullamento per il secondo anno consecutivo della 25° edizione a causa della pandemia, Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti (dal 1996, anno della prima edizione, organizzatori di una delle manifestazioni sportive più amate dai piacentini) non si sono arresi e hanno messo a punto, in collaborazione con il Comune di Piacenza e sfruttando le nuove tecnologie, una maratona molto speciale in programma domenica 9 maggio.

“Chiunque – ha spiegato oggi, 24 marzo, Confalonieri in videoconferenza -, in qualunque città e in qualunque luogo può partecipare semplicemente iscrivendosi e rispettando le normative vigenti: correre o camminare su un percorso a sua scelta. Non sarà un evento agonistico: sarà solo un momento comune per condividere la voglia di stare insieme, anche virtualmente, di fare attività fisica e magari anche una buona azione contribuendo liberamente e facoltativamente a progetti solidali”.

Ma come funzionerà la maratona virtuale? La partenza “ufficiale” è prevista il 9 maggio alle ore 9.00, ma sarà possibile correre anche in una data compresa tra il 3 e l’8 maggio. Con una iscrizione si può correre una sola volta. La classica gara di mezza maratona sarà sostituita, quindi, da una iniziativa di corsa “virtuale”.

Il cuore di questa idea è una apposita app (ideata da “Time Data Service di Venezia”)  installabile su device android e ios. L’app funziona da interfaccia con l’evento virtuale, scandendone i tempi. Dopo essersi iscritti proprio come ad una gara reale, agli atleti viene data una finestra di start e un tempo massimo, durante il quale vengono tracciati e “misurati” da Tds, la principale azienda italiana di cronometraggio gare. Il tracciamento è reso disponibile al pubblico, che può vedere in ogni momento dove si trova la persona seguita, e viene aggregato ai dati degli altri concorrenti in modo da fornire una classifica in tempo reale in ogni punto del percorso “ufficiale”. Il tracciamento diventa dunque un mezzo per poter continuare ad avere tutti (o quasi) i servizi consueti in una gara: cronometraggio, classifica ad ogni chilometro, sms e/o mail coi risultati, diploma di partecipazione e tutto il resto. Il giorno della manifestazione, il 9 maggio, saranno presenti in piazza Cavalli alcuni gazebo in un’area transennata, nella quale gli organizzatori e alcuni ospiti seguiranno la corsa. Presente anche Telelibertà.

Inoltre, durante tutta la settimana che precede la “virtual Placentia Half Marathon” sarà possibile partecipare alla “21,097 km in 7 giorni” durante la quale saranno conteggiati e sommati i km percorsi con l’obiettivo di riuscire a percorrere la distanza chilometrica di una mezzamaratona. Per avere contezza dei tempi e soprattutto dei km percorsi sarà utilizzata piattaforma Strava.com, tra le più seguite dagli sportivi di tutto il mondo. L’obiettivo è quello di creare gruppi Placentia Half Marathon all’interno della piattaforma Strava, seguiti da tanti appassionati e di coinvolgere anche tante altre persone creando dei veri e propri “gruppi virtuali” di cammino.

Alla videoconferenza di presentazione di questa edizione virtuale, erano presenti (oltre agli organizzatori Confalonieri e Perotti) anche l’assessore allo sport Stefano Cavalli, il presidente provinciale Fiasp Armando Rigolli, la dottoressa Daniela Aschieri per Progetto Vita e Lidia Pastorini per il Comitato provinciale Unicef.

I DETTAGLI DELLA VIRTUAL HALF MARATHON

I DETTAGLI PER ISCRIVERSI

IL SERVIZIO DI MARCELLO TASSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà