Progetto Oratori

Fondazione e Diocesi contro il disagio giovanile: 140mila euro da investire

22 giugno 2018

Prevenire il disagio giovanile tra i preadolescenti e gli adolescenti della provincia di Piacenza: questo l’obiettivo del Progetto Oratori, che vede impegnate la Fondazione di Piacenza e Vigevano (che investirà per il primo anno di attività 90mila euro) e la Diocesi di Piacenza-Bobbio (che sostiene invece con 50mila euro). Un protocollo di intesa firmato questa mattina, 22 giugno, dal presidente della Fondazione Massimo Toscani e dal vescovo monsignor Gianni Ambrosio, che avrà la durata di un anno: periodo che servirà per valutarne gli effetti per poi, eventualmente, rinnovarlo gli anni successivi.

“Educazione e formazione stanno alla base del progetto, che coinvolge una rete di 30 parrocchie sparse su tutto il territorio – afferma don Paolo Cignatta, parroco del Duomo di Bobbio. – Il progetto punta a coinvolgere educatori, animatori, volontari, insegnanti, gruppi, associazioni  e soprattutto le famiglie dei giovani. Al momento – conclude don Cignatta – sono 17 i progetti in cantiere“. I fondi stanziati, un totale di 140mila euro, verranno investiti in attività aggregative, culturali, artistiche, ludiche e sportive, in grado di far maturare i preadolescenti e gli adolescenti nell’acquisizione di conoscenze, nell’interiorizzazione di atteggiamenti e nella produzione di comportamenti stabiliti in base all’età e alla maturità dei ragazzi.

Il progetto sarà realizzato mediante due livelli complementari: il livello di identità personale, nel quale i giovani (specialmente ragazzi delle scuole medie, 11-14 anni) verranno aiutati a scoprire la propria identità (conoscenza di sé, sviluppo delle proprie doti e accettazione dei propri limiti), ed il livello di consapevolezza del proprio ruolo nella costruzione del bene comune.

GUARDA LE INTERVISTE 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE