Il bilancio 2018 della Stradale

Meno personale, maggiori controlli. Incidenti mortali in calo, tolti 12mila punti

17 gennaio 2019

Meno personale, ma più controlli effettuati. E’ il bilancio 2018 della Polizia Stradale di Piacenza – illustrato dal comandante Angelo Di Legge, che nello scorso anno ha accertato quasi 6mila infrazioni con 982 pattuglie. Controlli che hanno portato al ritiro di 222 patenti e 125 carte di circolazione, e alla decurtazione di qualcosa come 12mila punti sulla patente.

Numeri importanti, ai quali sono da aggiungere 355 infrazioni per guida al telefono (in calo dai 401 del 2017) e 1020 guide senza cinture (in aumento dai 920 dell’anno precedente).
Buone notizie anche sul fronte degli ubriachi al volante, passati da 183 a 139 e della guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, scesi da 15 a 14.

Tra le altre attività della Stradale figurano anche i controlli sulle importazioni fraudolente di auto dall’estero, le truffe assicurative, la verifica delle dotazioni di sicurezza dei bus scolastici, l’autotrasporto, le attività di controlli degli esercizi commerciali connessi alla circolazione dei veicoli, come carrozzerie e officine.

Non sono repressione, ma anche prevenzione e formazione, soprattutto ai giovani, con la campagna “Icaro”, e assistenza ai famigliari delle vittime di incidenti stradali, e agli operatori stessi che intervengono sui luoghi degli incidenti, con il progetto “Chirone”.

BILANCIO 2018 POLIZIA STRADALE

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE