Parlano i produttori

“Quest’anno le ciliegie sono poco saporite”. Colpa di pioggia e freddo

5 giugno 2018

Mentre a Villanova si svolge la tradizionale Festa delle ciliegie, i produttori del frutto tipico della zona non stanno celebrando, anzi. Le temperature siberiane di febbraio, le abbondanti piogge di questo periodo e le giornate senza sole hanno minato la produzione delle ciliegie precoci rendendole poco saporite ed esteticamente impresentabili.

Andrea Bocchi, esperto agricoltore produttore di Villanova non è contento: “Quest’anno, finora, è andata male. Stiamo raccogliendo le ultime precoci e c’è da dire che il frutto ha poco sapore, è annacquato. Le troppe precipitazioni delle ultime settimane hanno rovinato la ciliegia crepando la parte esterna e facendo marcire il frutto vicino al picciolo – spiega Bocchi -. I funghi e i batteri fanno il resto facendolo marcire”. Un danno, quindi, anche perché il costo della manodopera sale inevitabilmente. “C’è più lavoro da fare. Tutta la raccolta è più lenta, richiede tempo e mezzi. La selezione deve essere precisa perché, se le ciliegie non si presentano bene, non le compra nessuno”. Il prezzo ovviamente è calato per colpa del sapore poco deciso e per la difficoltà di vendere un prodotto poco appetibile. “Speriamo che il sole ci aiuti in questo periodo – continua l’agricoltore di Villanova -.Tra pochissimo raccoglieremo quelle medie e poi le tardive. Il sole rende il prodotto più saporito”.

CATEGORIE: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE