Bruno del Papa in mostra alla “Biffi Arte” con la Piacenza di De Gasperi

12 Luglio 2013

La ripresa economica negli anni Cinquanta, la voglia di ricostruire e di cambiare vita. Piacenza, dopo la guerra, vuole risollevarsi nonostante le difficoltà economiche.
E’ ciò che emerge dalla mostra che ha aperto i battenti ieri alla Galleria Biffi Arte di via Chiapponi 39, dal titolo “Un’Italia serena. L’occhio fotografico di Bruno Del Papa sulle donne e gli uomini di una città di provincia ai tempi di De Gasperi”. La mostra è a cura di Jakob Shalmaneser. Per la prima volta vengono proposti al pubblico piacentino gli archivi di Bruno Del Papa, piacentino di origine marchigiana, nato nel 1915 che ha lavorato prima come “chimico” alla Pertite e come fotografo poi, allo studio Luxardo di Milano, dove nella primavera del 1945 ha scattato le foto dell’incontro tra il cardinale Schuster e Benito Mussolini. E’ stato il primo fotografo a impiegare in città il flash elettronico – congegno che in quei tempi pesava ben 14 chili. Muore nel 1987 e la passione la trasmette al figlio Mauro, attualmente collaboratore di Libertà. La mostra rimarrà aperta fino all’11 agosto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà