Bugs Bunny contro LeBron e Wonder Woman, ora è possibile in MultiVersus

Di Andrea Peroni 17 Agosto 2022

Vai alla pagina principale di Gaming

Mentre la divisione cinematografica di Warner Bros. Discovery è in piena fase di ristrutturazione, con sacrificati di lusso come Batgirl con Michael Keaton e la stessa piattaforma HBO Max che chiuderà i battenti nel 2023, quella dedicata ai videogiochi si sta dando parecchio da fare. Dopo anni di silenzio, nei prossimi mesi arriveranno infatti produzioni attesissime quali Gotham Knights e Hogwarts Legacy, ma è inutile negare che il vero fenomeno in questo momento sia MultiVersus.

Il picchiaduro brawler realizzato da Player First Games, ancora in fase beta, è stato lanciato su PlayStation, Xbox e PC alla fine di luglio, registrando un successo davvero incredibile. In un paio di settimane, giorno più giorno meno, l’emulo del più famoso Smash Bros di Nintendo ha superato i 10 milioni di giocatori, risultato raggiunto non solo per la bontà del prodotto ma anche per la sua natura free to play e scanzonata.

Alla pari di Smash, anche MultiVersus unisce tutte le grandi icone di Warner Bros, per un picchiaduro accessibile a tutti e allo stesso tempo ricco di profondità. Da Bugs Bunny a Wonder Woman passando per Batman, Arya Stark, Tom & Jerry e LeBron James, quest’ultimo direttamente da Space Jam: New Legends. Sono tantissimi i personaggi che già fanno parte del roster del gioco, ognuno dei quali con abilità e mosse uniche, e sono destinati ad aumentare. Da pochi giorni ha infatti preso il via la Stagione 1 del gioco, e insieme a modalità e contenuti inediti presto arriveranno anche Morty Smith (da Rick & Morty), il malefico Stripe dalla saga Gremlins e l’immancabile Dwayne “The Rock” Johnson, che a fine anno irromperà nell’universo cinematografico DC interpretando Black Adam.

 

 

In un mercato non sempre facile, quello dei picchiaduro, da portare al grande pubblico, MultiVersus rappresenta una ventata d’aria fresca, un titolo sul quale inevitabilmente gli sviluppatori e il publisher intendono far divertire e guadagnare pensando anche a un futuro negli esports. I numerosi aggiustamenti già effettuati in corso d’opera, tra buff e nerf dei principali combattenti del titolo, dimostra quanto il team di sviluppo sia attento ai feedback degli utenti. La partenza di MultiVersus, insomma, è stata estremamente incoraggiante, a differenza di altri free to play recenti che per ora non hanno trovato grande fortuna come Roller Champions di Ubisoft – si vocifera addirittura una sua chiusura a breve, ma nulla di concreto al momento.

Pensando a ciò che potrebbe arrivare in futuro, pensando alle numerose proprietà intellettuali in mano a Warner Bros tra Il Signore degli Anelli, Harry Potter, Matrix, Mortal Kombat e il MonsterVerse di Godzilla e Kong, il divenire di MultiVersus potrebbe regalare davvero molte sorprese e tanto divertimento nella sua genuina semplicità. Annusate le potenzialità, non è poi da escludere che il gioco possa sbarcare su altri lidi, magari Nintendo Switch e smartphone come hanno suggerito alcuni dataminer, per accrescere ancor di più una già solida base di utenti attivi.

Con il suo stile cartoon coloratissimo e rapidi match in piccole arene bidimensionali, in pieno stile brawler derivativo di Smash, MultiVersus è una bella sorpresa di questa calda estate, capace di divertire anche chi prende in mano un joypad per la prima volta. Ottima mossa, cara Warner Bros Games!

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà