Piacenza

M5S e il pass bianco per i consiglieri: “E’ utilizzato in modo corretto?”

20 ottobre 2012

I consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle tornano all’attacco dei privilegi della politica. In un comunicato lamentano che tremilaecinquecento euro, come stipendio mensile per gli assessori del Comune di Piacenza, sono troppi rispetto alla media dei cittadini, e continuano la crociata contro i privilegi legati ad abbonamenti gratuiti per stagioni sportive, teatrali e a polizze assicurative stipulate e pagate interamente dal comune per garanzie non legate allo svolgimento del mandato elettorale.

In risposta a recenti affermazioni del consigliere del Pdl Tassi («Se non lo hanno ritirato sono stati coerenti, in caso contrario devono riconsegnarlo. Oppure, se ne hanno diritto perché residenti in centro storico, lo paghino come tutti gli altri cittadini») replicano: “il pass bianco per entrare nella zona ZTL e parcheggiare in Sant’Ilario non può essere visto come un privilegio, in quanto è necessario recarsi in comune per svolgere il proprio mandato elettorale e partecipare ai consigli comunale e alle commissioni e altre attività previste nello svolgimento del mandato. Piuttosto ci chiediamo chi controlla che il pass bianco venga usato esclusivamente per l’espletamento del mandato politico come prevede il documento che abbiamo firmato al ritiro del pass bianco per la funzione pubblica?

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE