Passione e morte nell’Otello di Verdi, applausi al Municipale

22 Marzo 2013

20130322-232812.jpg

La folle gelosia di Otello, i dubbi insinuati da Jago, l’avvenenza innocente di Desdemona. L’Otello di Giuseppe Verdi torna al Municipale dopo più di trent’anni ed è un successo. Il racconto disperato e tumultuoso di un amore così devastante da potersi concludere solo con la morte è ambientato in scene tradizionali e sontuose con costumi ricchi e luci sapienti. Il regista Pier Francesco Maestrini segue il copione di Boito e le musiche di Verdi alla lettera, lasciando che il felice connubio tra musica e parola abbia il sopravvento e creando un finale dark e funereo dove i personaggi immobili, con lo sguardo fisso in direzioni opposte, vengono inghiottiti da un buio senza speranza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà