Palazzo Mercanti, ecco quanto percepiscono i consiglieri comunali

22 Agosto 2013

E’ Paolo Garetti di Sveglia a guidare la graduatoria dei gettoni di presenza percepiti dai consiglieri comunali: nel periodo da novembre 2012 a giugno 2013 ha ricevuto 4.113 euro. A poche centinaia di euro di distanza in questa particolare classifica, elaborata sui dati forniti dal Comune, ci sono la democratica Laura Rapacioli, i civici Gianluca Ceccarelli, Guglielmo Zucconi e Lucia Rocchi, mentre la maggior parte dei consiglieri si attesta a cavallo dei tremila euro in otto mesi, attorno ai 350 euro mensili.

In coda alla lista c’è Marco Colosimo, costretto a fine febbraio ad abbandonare l’aula dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato che aveva riammesso al suo posto la Pd Sandra Ponzini, inizialmente eletta e poi esclusa dopo un ricorso al Tar di Parma dello stesso esponente di Piacenza Viva.

Cifre basse anche per Tommaso Foti di Fratelli d’Italia e Massimo Polledri della Lega Nord, che hanno iniziato a percepire il gettone di presenza comunale solo da marzo, da quando cioè non hanno più seduto in Parlamento.
Palazzo Mercanti spende circa 11mila euro al mese per pagare i gettoni di presenza dei 30 consiglieri comunali: da novembre 2012 al giugno scorso la cifra complessiva è stata di poco superiore agli 88.600 euro. Gli importi lordi dei gettoni sono di 81 euro per la partecipazione ad ogni seduta di consiglio comunale e di 63 euro per ad ogni seduta di commissione.

Il presidente dell’aula Claudio Ferrari percepisce una indennità mensile di funzione, l’importo lordo è di 1.626,50 euro, dimezzato rispetto a quello standard perché non ha chiesto l’aspettativa dal lavoro. Per il sindaco Paolo Dosi, consigliere a tutti gli effetti, stipendio mensile di 5.630 euro lordi.

GLI IMPORTI PERCEPITI DA TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà