Piacenza

Primarie Pd, Dosi: “Nessun rimpasto in giunta”. Cacciatore contro Reggi

9 dicembre 2013

untitled

Dopo il trionfo di Matteo Renzi alle primarie, a Piacenza si è scatenata una bagarre relativa alle dichiarazioni dell’ex sindaco e renziano doc Roberto Reggi. Ieri sera, subito dopo la vittoria di Renzi, Reggi ha riferito che, alla luce del risultato, la giunta di Piacenza deve cambiare passo mettendo in discussione alcuni assessori.  Il sindaco di Piacenza, Paolo Dosi, ha replicato così alla richiesta di verifica sulla giunta di Reggi: “Ho sempre voluto tenere distinti il piano amministrativo e quello politico. Per quel che mi riguarda vada avanti con l’azione amministrativa coordinando il lavoro di tutti al fine di ottenere più risulti possibili positivi per i cittadini”. Molto più duro il vicesindaco Francesco Cacciatore il quale ha dichiarato: “Non capisco a che titolo parli Roberto Reggi”. Roberto Reggi dovrebbe essere, insieme a Katia Tarasconi e Alessandro Ghisoni, delegato all’assemblea nazionale per la corrente renziana, gli altri delegati piacentini sarebbero Giulia Piroli per Cuperlo e forse anche Daniele Bosoni per Civati.

Anche in consiglio comunale oggi pomeriggio non sono mancate le reazioni alle dichiarazioni dell’ex sindaco Reggi.

Tommaso Foti: “Che qualcuno dall’esterno detti l’agenda alla giunta ha un risvolto politico importante, in ogni caso mi sorprendono le parole di Reggi. Entro l’inizio dell’anno comunque fateci sapere quali assessori rimarranno e quali non sono ritenuti all’altezza”.

Tassi (Pdl) ha parlato di “paralisi amministrativa”. La giunta ha un suggeritore nell’ex sindaco Reggi? Quando l’opposizione dice che ci sono assessori che non vanno bene, non apre bocca nessuno, quando lo dice Reggi invece si apre il dibattito”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE