Piacenza

Stradone, Cisini difende i “biscotti”
In consiglio la tassa di soggiorno

9 novembre 2015

20151109_171217 (1)-800

“La sperimentazione del primo tratto del Corso a senso unico dovrebbe scattare ad inizio 2016 dopo le festività natalizie. In queste settimane stiamo incontrando residenti e commercianti per definire insieme il progetto ascoltando le loro proposte ed esigenze”.

Così l’assessore ai lavori pubblici Giorgio Cisini risponde al consigliere comunale del Pdl Marco Tassi che ha lamentato un percorso poco partecipato della rivoluzione viabilistica.

A Telelibertà Cisini, secondo il quale l’introduzione del senso unico è l’unico modo per dare ordine e sicurezza al Corso, ha parlato anche dei famigerati “biscotti” sullo Stradone Farnese, recentemente teatro di alcuni scontri tra auto. “Non credo che abbiano reso il tratto più pericoloso, al contrario vorrei far notare che da quando sono stati introdotti non si sono più verificati incidenti con pedoni coinvolti. In passato sullo Stradone si sono purtroppo registrate anche delle vittime. L’introduzione degli attraversamenti protetti ha proprio la finalità di garantire più sicurezza”.

In consiglio comunale è tempo anche di analizzare l’introduzione della tassa di soggiorno nelle strutture alberghiere cittadine. L’assessore Luigi Gazzola ha spiegato che il provvedimento sarà in vigore da inizio 2016. L’entrata ipotizzata dal Comune si aggira intorno ai 220mila euro annui: “Definiremo gli importi delle imposte nei prossimi giorni, le tariffe saranno contenute” afferma Gazzola. Tra i più critici sulla manovra il consigliere di maggioranza Stefano Perrucci, secondo il quale “servono politiche accattivanti per incentivare il turismo e non una nuova tassa”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE