"E' senso civico"

Consiglio comunale, l’82enne Angelo Burgazzi non ha perso una seduta

12 agosto 2019

Il lunedì dello “stakanovista” del consiglio comunale è sempre lo stesso. L’82enne Angelo Burgazzi, quest’anno mai assente dal pubblico delle sedute convocate a palazzo Mercanti, si sveglia alle 7.30 per fare una passeggiata col cane boxer di nome Babi. Alle 9.30 va dritto in palestra e a mezzogiorno in punto pranza con la moglie. Con lo stomaco pieno, schiaccia un pisolino e ricarica le batterie. Dopodiché si siede alla scrivania, scrive qualche appunto “sui problemi della città oppure sui ricordi del passato” e finalmente, a metà pomeriggio, si prepara per il momento fatidico: l’inizio dei lavori del parlamentino cittadino. Burgazzi, professore in pensione e attivista di Forza Italia, ha assistito come spettatore a tutti i consigli comunali di Piacenza da gennaio a luglio 2019.

“È una forma di senso civico che dovrebbe essere replicata anche da altre persone. Il più delle volte, infatti, seguo il consiglio comunale da solo. Ma la democrazia significa partecipazione. Non basta andare a votare, bisogna restare aggiornati sui lavori dell’aula per poter esercitare una scelta politica logica e ponderata”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE